rotate portrait thanks

Vigneti

Vigneti

Le vigne della Tenuta Il Bosco giaciono tutte su morbide colline modellate migliaia di anni fa dall’azione delle morene glaciali che hanno depositato uno strato di argilla ricco di sali minerali, rendendolo terreno vocato alla coltura della vite.

La differente esposizione dei versanti vitati, da cui prendono nome i cru Poggio Pelato, Conti Vallone, Bellaria, Poggioli, San Zeno e Meriggi, permette la coltivazione delle diverse varietà di uve nelle condizioni più favorevoli per ognuna di esse.

L’età media delle viti è di 15 anni, ma occorre sottolineare che la grande cura dei vigneti è finalizzata all’ottenimento della perfetta sanità e stabilità del prodotto e a ricreare quelle condizioni particolari che da sempre permettono di ottenere un vino di grande qualità. Tutte le fasi della coltivazione della vite sono seguite attentamente dagli agronomi della tenuta ed il controllo delle malattie è condotto secondo criteri ecosostenibili. Si utilizzano i metodi di coltivazione a basso impatto ambientale. Da oltre un decennio si usano i sistemi di allevamento Guyot o a Cordone Speronato che prevedono carichi di gemme più equilibrati ed una media di 4.500 ceppi per ettaro.

Vigneti

Molto importante presso la Tenuta Il Bosco è la gestione “in verde”, che avviene con cura meticolosa. Si procede alla sfogliatura manuale togliendo le foglie davanti al grappolo per favorire un microclima più asciutto e salubre. Tale sfogliatura, eseguita solamente sul lato esposto a est, favorisce l'irraggiamento solare quando l’insolazione è meno forte, consentendo di preservare gli aromi nelle uve. Le vigne sono principalmente esposte verso sud-ovest (l’80%).

La vendemmia è un momento cruciale e rappresenta il punto di arrivo del lavoro di un intero anno. Una precisa classificazione dei vigneti in base alle loro caratteristiche pedologiche e microclimatiche (altitudine, esposizione, composizione dei terreni e vitigni coltivati) permette ancor prima della vendemmia di programmare i tempi e i metodi del processo di vinificazione.

Altri elementi importanti sono la doppia raccolta a mano di alcune uve e l’ulteriore selezione all’arrivo del prodotto in cantina, fatta in base al grado zuccherino, all’integrità dell’uva e alla resa per ettaro. Presso la Tenuta il Bosco generalmente la vendemmia inizia nell’ultima decade di agosto per terminare nella seconda metà di ottobre, un lasso di tempo molto lungo che necessita di tutte le attenzioni ed energie possibili. Si inizia con le uve di Pinot Nero da destinare alla spumantizzazione, per terminare con quelle di Barbera. La scelta dell’epoca ideale di raccolta è lasciata alla sensibilità e all’esperienza dell’agronomo e dell’enologo, che oltre a valutare alcuni parametri analitici oggettivi, esaminano ogni singola vigna e degustano gli acini dell’uva da destinare alla raccolta.